Menu di scelta rapida
Dimensione testo:
Tradizioni

E' la rievocazione della battaglia per le vie del paese che cacciò gli invasori e testimoniò il coraggioso spirito di libertà dei Castellettesi . L'ultima rievocazione del REGIMEN DI SPIANTA' è stata fatta nel 2010 "Organizzata dall'Associazione Per-corsi, in collaborazione con il Comune di Castelletto Stura, delle Frazioni di Riforano, Tetti Pesio, il gruppo Alpini e la Proloco (la tradizione dice che è stata la 45°  rievocazione a partire dalla prima del 1382) con la partecipazione di 200 persone in costume che parlamentano, sfilano, si combattono. L'esercito dispiantati  fa rivivere per un giorno personaggi storici risalenti a tempi passati , come Giovanni Acuto  e il pirata barbaresco Selim. 


Danza storica che rievoca la dominazione dei Saraceni


E' una danza che nacque al termine della battaglia da parte dei giovani per festeggiare la vittoria  contro i Turchi. Essa si è tramandata sino ad oggi , rispettando fedelmente i vari esercizi  ed i costumi.


Il "VAGLIO" (da vagliare) è un particolare  setaccio, una cesta-setaccio che serviva a separare il grano dalla pula (lolla). A Carnevale veniva rappresentata la maschera de "el'val" che consisteva in una donna puche portava l'uomo in questa cesta-setaccio. La maschera voleva trattare il prodotto tipico del paese , il grano, per valorizzarlo e celebrarlo. Il motivo provocatorio e comico era rappresento dalla figura femminile che portava quella maschile in contrasto con la socità tradizionale del epoca.